Ricordando Maria Teresa, un'amica del nostro club

La morte non niente. Sono solamente passato dall'altra parte: come fossi nascosto nella stanza accanto.

Io sono sempre io e tu sei sempre tu. Quello che eravamo prima l'uno per l'altro lo siamo ancora. Chiamami con il nome che mi hai sempre dato, che ti familiare; parlami nello stesso modo affettuoso che hai sempre usato. Non cambiare tono di voce, non assumere un'aria solenne o triste. Continua a ridere di quello che ci faceva ridere tenerezza purificata. Asciuga le tue lacrime e non piangere, se mi ami: il tuo sorriso la mia pace.

« torna indietro